Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

StralunaTom

Nessuno se lo aspettava nel feed di Instagram e ha colto molti con semplicità e colori da Piccolo Principe. StralunaTom si muove sulla Terra come un astronauta sulla Luna, un passo traballante e leggero alla volta cercando un appiglio o un riferimento.

Come design, sono andato sulla “velocità d’esecuzione” e variazione, come accade ai Dunny o Canvas Toys, utilizzando una base “bianca” come tela. La vittima è il design del busto di ClodBoy, amputata la testa e colorato con totale rispetto dell’originale. By the way, fan art senza richiesta e per apprezzamento di una citazione di Bowie come personaggio, con una sorta di accenno a Wonder (mai visto finora come film, ma conto di averne il tempo in futuro).

Giusto link all’autore

https://www.instagram.com/major.tom/

Clodboy

ClodBoy è stato il primo umanoide di una serie di busti o work in progress vari, in cui mi stavo anche riprendendo da oggetti astratti. Ne ho fatte due versioni, con e senza cellulare in mano, e perfino fatta una stampa di prova. Era stata una buona traccia per capire come realizzare al meglio le forme (e i pesi non proprio, visto che la stampa non rimane in piedi).

Chi è Clodboy? Non l’ho ancora capito bene di persona (anzi via chat come mi accade di solito), ma il suo stile di racconto mi ha sempre fatto ricordare la vita da fidanzatini a distanza.

Vi lascio qualche riferimento per approfondimenti sull’autore in questione.

https://www.instagram.com/clodboy/

https://www.facebook.com/ClodIadicicco

the Monster Bridge

Ispirato dall’evento tragico di Genova nel 2018, il crollo del ponte Morandi. C’è poco da dire se non che è stato un evento che ha segnato e che un mostro del genere non debba mai più sorgere.

Non è ancora disponibile per ordini per via di alcune correzioni da effettuare. Potete contattarmi per approfondimenti.

Episodio 01 – Art toys: cosa sono e qualche definizione

Ecco di seguito l’episodio pilota.

Sei pronto? si parte!….

Link a spreaker – https://www.spreaker.com/user/thepixelschips/episodio01

Funko – https://www.funko.com/
Tokidoki – https://www.tokidoki.it/
UglyDolls – https://uglydolls.hasbro.com/worldwide

il Consulente – https://thepixelschips.home.blog/2019/07/19/the-consultant/

Per altre news – https://thepixelschips.home.blog/tag/news/

alcuni link saranno aggiornati con i prossimi episodi.


credits la soundtrack di sottofondo BoxCat Games – Inspirations –

Belin che ape!

Certo non è una cosa da fascia protetta, ma è una cosa simpatica e tipica della Liguria, sia dire Belin che andare in Piaggio Ape nei paesini e nei carugi (non correggo perché le doppie non si dicono e perché dovrei scriverle a voi?).

L’Ape in questione è un gingillo da tavolo per tovaglioni, salse e altre cose riusciate a mettere dentro, come centrotavola. Sul retro c’è la scritta simpatica con cui iniziare una discussione con i commensali.

Questo modello è disponibile liberamente online, nel caso abbiate una stampante 3D, e potete contattarmi per ordini e personalizzazioni.

Cults3Dhttps://cults3d.com/en/3d-model/home/belin-che-ape

MyMiniFactoryhttps://www.myminifactory.com/object/3d-print-belin-che-ape-23606

Thingiverse http://www.thingiverse.com/thing:1732756

Chicken Surprise

Il nome sopra e l’immagine sono abbastanza eloquenti. Ma voglio spiegarvi la parte invisibile.

Il giocattolo è una gallina per la caccia alle uova di Pasqua, infatti sotto è aperta. Viene prodotta con un buco (non cava come accade per i vasi stampati in 3D) abbastanza grande per le uova Kinder e con abbastanza spessore per evitare che si rompa se calpestata.

Non c’è molto altro da dire a parte che il design è disponibile online su Cults3D al seguente link https://cults3d.com/en/3d-model/home/chicken-surprise oppure contattatemi per ordini e personalizzazioni.

the Consultant

Si tratta del primo esperimento di un nuovo flusso di lavoro, cosa che è stata accennata nelle FAQ legata allo sviluppo dei toys. Come al solito avevo un’idea, del tempo e perfino tutti i login sulle piattaforme dove mostrarlo. Ed eccoci qua.

Il consulente è un poco lo specchio del lavoro che di giorno mi coinvolge insieme a colleghi. La camicia, la cravatta e lo sguardo all’attesa per la prossima attività condizionano l’esperienza nel settore.

Secondo alcuni a cui l’ho fatto vedere è stata etichettata come Moai, anche detta statua dell’Isola di Pasqua, e uno di questi che l’ha detto è Emiliano “theBrave” spesso online su Picarto con le sue illustrazioni, al seguente link https://picarto.tv/TheBrave .

Contattatemi per ulteriori informazioni per personalizzazioni e ordini.

E per chi volesse “theConsultant” senza passare dal via, è stato pubblicato su Shapeways con minima personalizzazione del colore e materiale. Al seguente link trovate le informazioni – https://www.shapeways.com/product/CS5BVBSGQ/the-consultant

Cosa bolle in pentola – 02

Presente, in ritardo senza particolari scuse, senza nuovi veri post di prodotti e molte promesse. Ecco cosa sta diventando questo genere di post! E per fortuna che ci sono!

NEWS 01 – Citazioni nell’episodio di Ascoltare Podcast e Artigiani Digitali! Wooooooow! Di seguito i link agli episodi da ascoltare e gustare. https://www.spreaker.com/user/stefanoduepuntozero/bicchiere-vuotohttps://www.spreaker.com/user/11174794/come-trovare-il-tempo-per-dedicarlo-alla

NEWS 02 – Ho mandato l’iscrizione alla Maker Faire di Roma, edizione europea e forse una delle ultime con Make Media (purtroppo hanno chiuso i battenti e sta evolvendo ogni giorno la situazione in merito alle fiere… io ho perso un’ottima rivista!). Vediamo se mi prendono a esporre come è successo a Torino.

NEWS 03 – Avevo aperto poco tempo fa su Pictoplasma il profilo e aggiunto alcuni chara design di giocattoli al seguente link https://pictofolio.com/artist/the_bubbling_world_of_pixels_and_chips

NEWS 04 – Ho preso il biglietto per il prossimo Festival del Podcast 2019 che si terrà il 12 Ottobre a Milano al Talent Garden. Sto sempre valutando di aprire un podcast per esporre sia queste news sia per spiegare l’Art Toy movement come corrente artistica. Stefano2.0 mi ha detto che dovrei farlo e basta.

Smile Your Dead

“Je suis Charlie Hebdo!”, chi si ricorda di questo evento del 2015, sa che la libertà di espressione può essere vittima degli integralismi. Pochi si ricordano come ci siamo risentiti alle vignette su Amatrice nel 2017, a cui per fortuna c’è stata una risposta satirica e non bellica. Una delle tante che mi ha colpito è stata quella di Mario Natangelo, vignettista per Il Fatto Quotidiano. Di seguito il link alla sua riflessione – https://natangelo.org/2017/01/30/la-mia-vergogna/ – e un omaggio alla riapertura del giornale poco dopo la strage del 2015 – https://natangelo.org/2015/01/10/charlie-hebdo-riparte/

Da quell’evento l’uso della Morte come personaggio nelle vignette, vuoi per sdrammatizzare alcuni eventi e morti celebri, è stata reinterpretata con un tocco italiano.

Contestualizzato sia l’originale sia l’autore, ho pubblicato tra i primi 3D sul profilo Instagram.

Poi ho fatto una revisione per ottimizzare gli elementi per la stampa 3D, che attualmente è una promessa da marinaio a me stesso. Un giorno di pazienza la farò!

Un sito WordPress.com.

Su ↑